Come Conservare Marmellate e Confetture

La fine dell’estate e l’arrivo del freddo ci portano spesso a cucinare cose deliziose da mettere nella dispensa e gustare così durante tutta la durata dell’inverno.

Marmellate, confetture e conserve sono solo alcune delle prelibatezze che si possono preparare nella propria cucina: la soddisfazione è decisamente più grande e il sapore confrontato a quelle del supermercato è imparagonabile.

Per fare in modo che tutte queste golosità possano mantenersi buone per i mesi successivi, è giuste trattarle con il metodo di conservazione adeguato: il sistema del sottovuoto. Questo procedimento, però, è diverso per ogni tipo di alimento.

Per le marmellate e le confetture

Una volta che la purea ha raggiunto la consistenza desiderata, mettetela ancora bollente nei vasetti di vetro precedentemente sterilizzati e chiudetela con il tappo nuovo.

Attendete 15 minuti circa, dopodiché capovolgete il vasetto e attendete che la marmellata o la confettura si raffreddino del tutto.

Riponete poi i vostri vasetti nella posizione normale in un luogo fresco e asciutto, fino al momento della degustazione.

Per le conserve di verdura e i sughi

Una volta pronta, versate la conserva all’interno del vasetto fino a 1 centimetro dal bordo e chiudete con il tappo.

Prendete una pentola con il fondo abbastanza largo e disponetevi all’interno i vasetti chiusi, avvolgendoli da un canovaccio, in modo che non si rompano durante la bollitura. Coprite il tutto di acqua fino a 3 centimetri sopra il tappo e fate bollire per 20 minuti circa.

Lasciate che i barattoli si raffreddino nell’acqua dove li avete fatti bollire: se li mettete fuori al gelo o in frigo rischiano di scoppiare a causa dello sbalzo termico.

Una volta freddi, riponete anch’essi in un luogo fresco e asciutto finché non sarà arrivato il momento di gustarli.