Come si Restaura una Stampa Acquerellata dell’Ottocento

In questa guida vediamo alcune operazioni per effettuare un semplice restauro di una stampa colorata ad acquerello, risalente all’Ottocento. Devi sapere che la colorazione veniva eseguita a mano dopo che il pezzo era uscito dal torchio di stampa privo di colore. Se vuoi passare per uno che se intende, devi osservare la pennellata, perché la colorazione si mostra con un’intensità variabile. Infatti all’inizio si deposita una maggior quantità di colore che si esaurisce col procedere del movimento, e questa caratteristica è molto difficile da imitare.

Occorrente
Gomma semirigida o gomma pane
Acqua ossigenata 100/130 volumi
Vaso di vetro
Cotone
Acqua distillata e alcool
Pennello
Phon
Stecca d’osso
Carta da forno

Una stampa d’epoca presenta facilmente macchie di umidità, e attraverso questi passaggi avrai la possibilità d’intervenire con una pulitura localizzata per renderla più leggibile. Comincia staccando la stampa dalla cornice, agendo con molta delicatezza per evitare di danneggiarla. La prima pulitura da cui devi partire è un’operazione di cancellatura effettuata con la gomma pane, per eliminare la polvere accumulata, ma tieni presente che questo non va mai fatto su disegni a matita, sanguigne o pastelli.

Adesso tampona l’alone scuro con un batuffolo di cotone imbevuto di acqua e alcool, poi diluisci in un vaso di vetro l’acqua ossigenata con l’acqua (cinquanta e cinquanta) e con un pennellino morbido passa il bordo della macchia, fino a quando non vedrai che comincia a schiarire. Raggiunto il risultato voluto, asciuga col phon a calore minimo. Una volta che la stampa si sarà perfettamente asciugata, passa al gioco di magia che ti restituirà l’opera come nuova.

Sovrapponi la carta siliconata (non spaventarti: è un altro nome per indicare la carta da forno) al disegno, e passa con la stecca d’osso per eliminare quella sorta di “pelo” che si è venuto a formare dopo aver bagnato il foglio. Esegui i movimenti con attenzione, prendendoti tutto il tempo di cui hai bisogno poi, per spianare la stampa ed eliminare ogni rigonfiamento, effettua una leggera stiratura sul retro (sì, proprio col ferro da stiro, senza vapore e a temperatura seta) sempre interponendo un foglio di carta siliconata.