Come Affrontare gli Esami Universitari

Gli esami non finiscono mai. Sia che tu debba affrontare l’esame della patente, sia quelli dell’università, sia quelli per un concorso ed un lavoro, ci sono alcune piccole regole da tenere bene a mente per fare buona impressione e non cadere nel panico. Ecco come affrontare un esame universitario.

Il momento prima del colloquio. Una delle parti fondamentali per chi affronta un’esame è quella che immediatamente lo precede. Può sembrare strano, ma già quando ti siedi di fronte al professore puoi iniziare a fargli buona impressione. Se infatti gli risulti simpatico, cordiale ed educato, sarà più propenso a darti una seconda possibilità in caso di errore o a darti un voto più alto.

Cosa puoi fare quindi? Quando ti siedi sorridi cordialmente e salutalo, dicendogli “buongiorno” e porgendogli la mano. Siediti in modo composto e cerca di non essere nervoso, poggia le mani davanti a te sulla cattedra sistemando eventualmente i libri, la prenotazione dell’esame e quanto ti è utile. Porta la tua penna. Così per firmare o se c’è bisogno di scrivere utilizza la tua e non quella del professore.

Non mostrare debolezza o paura. Durante il colloquio purtroppo può capitare di cadere in panico per diversi motivi. Il cervello nei momenti di tensione fa brutti scherzi. Potresti dimenticare cose che poco prima avevi studiato e sapevi oppure potresti semplicemente non saper rispondere ad una domanda.

In questi casi la cosa da non fare è “entrare nel pallone”. Se permetti alla tua mente di annebbiarsi sarà solo peggio. Stai tranquillo, prenditi qualche secondo di tempo per pensare, dicendo tranquillamente al professore che hai bisogno di un attimo per riordinare le idee ed esporre correttamente il tutto. Vedrai che tutto si risolverà.

Alla fine dell’esame, comunque sia il risultato, cerca di essere ancora gentile. Se qualcosa non ti è chiara hai tutto il diritto di chiedere spiegazioni, sempre che tu lo faccia sempre in modo appropriato. Cerca di non sembrare arrabbiato o offeso nel caso in cui il voto non sia quello che meritavi o nel caso in cui il professore ti dice che non hai passato l’esame. Talvolta ci si mette anche la sfortuna o la fortuna e in quel caso purtroppo non puoi farci nulla. Quando vai via saluta di nuovo e porgi la mano.

Come Conversare in Coda

L’ufficio postale. Teatro di chilometriche code in attesa di pagare salatissime bollette di gas, luce, acqua, telefono…non proprio il luogo in cui si è più disposti a parlare! Eppure anche in un luogo così ostico alla socializzazione, è possibile attaccare bottone con qualcuno e sfogare il nostro innato bisogno di parlare con le altre persone.

Un grande aiuto alla conversazione è il guasto di una macchinetta allo sportello. A partire da questa sventura assoluta per l’impiegato che sta dietro il vetro, possono nascere grandi conversazioni sulla burocrazia, l’arretratezza tecnologica del nostro paese, i massimi sistemi politico sociali.

Tieni presente che andando in posti come l’ufficio postale, la gente sbriga faccende antipatiche e serie, potenzialmente ansiogene, perciò diffida degli altri ed è concentrata su ciò che deve fare, nonostante si annoi. Cerca di suscitare l’interesse e troverai terreno fertile!.

Lamentarsi è bene! In questa particolare situazione comunicativa, il lamento può essere la leva che fa nascere il discorso, perché si adatta allo stato d’animo generale: se ti lamenti, adotterai un comportamento che tutti sotto sotto vorrebbero attuare…sarai così in sintonia con le altre persone, invogliandole a parlare con te.
Se ti accorgi di aver sbagliato a rivolgere la parola a qualcuno, non ti preoccupare, basta ignorarlo voltandogli le spalle. Sembra un gesto maleducato, ma in realtà in una coda è accettabile. E se continua a parlare, fai finta di non sentirlo…te ne libererai in fretta.

Consigli su Come Perdere Peso

Ogni dieta che si rispetti comporta comunque qualche rinuncia ed un po’ di costanza per raggiungere l’obiettivo desiderato. A differenza di un tempo però oggi le diete studiate dai nutrizionisti sono molto più elastiche e tengono conto dello stile di vita moderno.

Ma per perdere peso senza troppi sacrifici è necessario abbinare alla dieta l’esercizio fisico. Dieta mediterranea e corsa per esempio, non sono troppo impegnative non richiedono costosi investimenti anche in termini di tempo e possono essere svolte con una certa autonomia e secondo le proprie abitudini.

La dieta mediterranea per esempio prevede il consumo di cereali integrali in piccole quantità, frutta e verdura, cibi sani reperibili dovunque e con facilità. Prevede libertà nella composizione dei menù anche secondo i gusti personali.

Per quanto riguarda la corsa può essere praticata ovunque con qualsiasi tempo, anche in casa con un tapis roulant e non richiede iscrizione alla palestra, solo l’acquisto di un buon paio di scarpe adatte al running.

Ovviamente è importante controllare i progressi. Per fare questo è necessario avere una bilancia precisa in casa. Per dettagli su come scegliere è possibile vedere questo sito sulla bilancia.

Quindi perdere peso senza fatica con dieta ed esercizio fisico si può con facilità. Quello che non deve mancare è la regolarità e la costanza nel seguire il programma prefisso e la consapevolezza che la perdita di peso più avviene in modo graduale più sarà duratura se si continua a mantenere uno stile di vita corretto.