Come Fare Durare i Gigli a Lungo

Il giglio è una pianta dai fiori particolarmente vistosi. Si coltiva spesso per le composizioni da tenere in casa. Per valorizzare il loro aspetto ornamentale, sarebbe meglio usare preferibilmente vasi lineari, alti 20 o 25 cm con la bocca da 10 o 12 cm di diametro. Affinché durino a lungo basta mettere in pratica alcuni semplici accorgimenti riportati nella presente guida.

Per prima cosa è importante sapere che i fiori vanno raccolti al mattino presto oppure al tramonto, meglio se ancora col bocciolo non del tutto aperto, recidendone lo stelo ad un’ altezza adeguata al vaso in cui verranno sistemati. Per allungarne la durata immergili, man mano che vengono recisi, in un recipiente pieno di acqua. In questo modo l’ acqua prontamente assorbita, impedirà che, all’ interno del gambo penetri aria formando una sorta di bolla che non consentirebbe al liquido di salire verso il fiore.

Taglia l’ estremità del gambo obliquamente per aumentare la superficie d’ assorbimento. Nel caso in cui i fiori comincino ad appassire, taglia nuovamente gli steli di un centimetro e immergili in acqua calda per una mezz’ ora. A questo punto puoi rimetterli nuovamente nel vaso dopo averne sostituito l’ acqua con altra più fresca.

Quando fa molto caldo è utile aggiungere qualche cubetto di ghiaccio nell’ acqua del vaso e la sera ricoprire i fiori con un panno umido per rinfrescare e reidratare i petali carnosi. In alternativa potresti mettere il mazzo intero in un ambiente fresco oppure sul balcone. Infine ti suggerisco di eliminare gli stami man mano che si aprono i fiori: in questo modo eviterai di macchiare i tessuti che accidentalmente verranno a contatto con i pistilli.

Come Fare Divertire i Bambini con i Giochi di Gruppo

Quante volte ti sarà capitato di sentire i tuoi figli, i tuoi nipoti, i tuoi alunni, dire di voler fare qualche gioco nuovo, ma spesso tu ti trovi a corto d’idee, visto che i bambini, per quanto riguarda i giochi hanno una certa ingordigia. Quindi, con questa guida ti spiegherò alcuni giochi da inserire nel tuo repertorio e poter soddisfare, quindi, i tuoi bambini.

Il primo gioco che puoi fare si chiama ” a tempo di musica “. Occorre che qualcuno suoni il piano o metta su della musica. Scegli un bambino che faccia da arbitro. A questo punto tutti i bambini gireranno attorno alla stanza in fila, a tempo di musica. Ad un tratto interrompi la musica e tutti devono fermarsi di colpo e accovacciarsi. L’ ultimo a farlo va fuori e diventa arbitro per il prossimo giro. Continua fino a quando resterà solo un vincitore.

Un altro gioco molto carino è ” il topo di fiume “. Dovrai mettere un tappeto in mezzo alla stanza che rappresenterà appunto il fiume. Puoi anche disegnare col gesso due linee sul pavimento per rappresentare le sponde del fiume. Estrai a sorte un arbitro. Falli allineare tutti lungo una sponda del fiume. Metti della musica, appena questa inizia, tutti i bambini devono camminare attraverso il fiume. Poi interrompi di colpo la musica e il bambino che si trova nel fiume è il “topo di fiume” e diventerà a sua volta arbitro che sorprenderà gli altri topi di fiume.

Per fare un altro gioco estrai un capo. Questo gioco si chiama ” tutti giù, tutti su “. Tutti i bambini si dispongono in un largo cerchio attorno al capo. Quando questo dice: ‘tutti su’, tutti devono fare un salto in alto. Quando invece il capo dice: ‘tutti giù’, tutti devono accovacciarsi. Per vivacizzare il gioco, il capo può dare gli ordini rapidamente o lentamente, oppure ripetere lo stesso comando quando nessuno se lo aspetta. Quelli che sbagliano vanno fuori. L’ ultimo che rimane in gioco sarà il capo nel giro seguente.

Un altro gioco è: ” i movimenti magici “. Fai sedere tutti in circolo. Devi scegliere un bambino che faccia da indovino e lo inviti ad uscire dalla stanza. Un altro bambino farà il capo. Il capo batte le mani e tutti lo imitano, a questo punto l’indovino ritorna nella stanza, si ferma in mezzo al cerchio e cerca d’indovinare chi è il capo. Il capo fa ogni genere di movimenti e smorfie e tutti gli altri bambini devono imitarlo il più prontamente possibile. L’ indovino può tentare tre volte di indovinare chi è il capo. Se indovina, sarà lui a nominare il prossimo capo, mentre il capo uscente sarà l’indovino.

Come Fare Diventare Opaco un Vetro Trasparente

Possedete un normale vetro trasparente e vorreste dargli un tocco in più rendendolo opaco? Bene, se la vostra risposta è si, leggete la guida qui di seguito e avrete un vetro satinato che potrete utilizzare per quello che preferite. Buona guida a tutti!

Iniziate recandovi in farmacia, dove chiederete al farmacista di turno del sale amaro. Passate poi a comprare una bottiglia di birra in un supermercato o in un qualsiasi negozio di prodotti alimentari. Tornati a casa, dovete iniziare il procedimento ponendo il vetro al quale volete cambiare aspetto in posizione orizzontale.

Dopo procuratevi un pennello a punta piatta che acquisterete, a seconda dell’ampiezza della superficie del vetro da spennellare, o in ferramenta oppure in un negozio di belle arti se volete un pennello di alta qualità, altrimenti va bene un qualsiasi negozio di articoli per la casa o anche una cartoleria.

A questo punto, preparate un composto formato dal sale amaro e dalla birra; mescolate il tutto molto accuratamente finchè non arriva ad avere una consistenza nè troppo densa nè troppo liquida. Fatto ciò, prendete il pennello, imbevetelo della mistura precedentemente preparata e passatelo sul vetro una sola volta senza far ritocchi. Attendete che asciughi e avrete ottenuto un vetro opaco.

Come Evitare di Stropicciare i Vestiti in Viaggio

Viaggiare è bello, ma anche vestire in modo curato, soprattutto se il viaggio si conclude poi con un colloquio di lavoro, nel quale bisogna assolutamente fare bella figura. Qualunque sia il motivo del viaggio, è certamente molto seccante arrivare e dover stirare tutti i vestiti per avere un aspetto decoroso, senza contare che non sempre è possibile portare  il ferro da stiro e l’asse da stiro, anche se oggi sono disponibili modelli da viaggio, relativamente ai quali è possibile vedere questo sito sull’asse da stiro. Vediamo come limitare la necessità di stirare tutto.

Bisogna, intanto, piegare bene calzini, boxer o slip, canottiere e maglie intime, i pigiami. Poggiate tutto sul letto a fianco alla valigia. Sul fondo di essa, mettete le cose più pesanti, come libri, scatole di scarpe, scatole del rasoio ecc. Sul fianco della valigia, mettete invece le cose che devono essere a portata di mano in ogni momento.

Piegate i maglioni solo per il lungo, senza poi piegarli trasversalmente, e così fate con le camicie. Fatto questo, preparatevi a disporre gli abiti come se fossero gli strati di una cipolla, ma intersecati fra di loro: mettete i pantaloni poggiando per prima la parte della cintura, poi appoggiatevi un pigiama e ripiegatevi sopra il resto delle gambe dei pantaloni.

All’interno della camicia piegata per il lungo potete mettere un maglione morbido, all’interno del quale, invece, avrete messo, per esempio, calzini e boxer; insomma, per farla breve, dovete piegare tutti i capi più delicati in maniera tale che non vi siano parti troppo compresse. Inutile dire che la parte superiore delle camicie dovrà essere quella più esterna rispetto a tutti gli altri capi, e che la borsa dovrà essere molto capiente, per non comprimere i vestiti una volta chiusa.

Come Fare Dipingere un Stanza ai Bambini

Un modo per far divertire e stimolare la creatività dei bambini? La pittura della loro stanza. Non spendete soldi a chiamare il pittore, ma fatelo fare direttamente a loro, li farete divertire e inoltre i bimbi saranno così orgogliosi che eviteranno di attaccarci poster e figurine.

Per iniziare sgomberate la stanza dai mobili e disponete la carta di giornale sui pavimenti, seguite i vostri figli in questo lavoro ma lasciate che siano loro a farlo.Dopo aver scelto la vernice base che può essere bianca o di qualsiasi altro colore, fategli indossare gli indumenti per la pittura.

Adesso con rullo e pennello fateli sbizzarrire, dandogli una mano anche voi, pitturate tutte le pareti e lasciatele asciugare. Altrimenti se volete lasciare la parete col colore che già possiede saltate questo passo e passate alla creazione dei disegni. Scegliete il colore della vernice dei disegni che deve risaltare sulla parete base ma non troppo.

Una volta scelta la vernice, prendete una pezzetta, una spugna e un vecchio spazzolino da denti e fategli testare il disegno prima su un foglio di carta, intingete ogni oggetto alla vernice e passatelo sul foglio di carta, fate scegliere ai bambini il disegno che gli piace di più e procedete con la pittura delle mura.

Ora se avete scelto il metodo con la spugna, fateli pitturare tamponando la parete. Con la pezzetta invece dovrete piegarla e pitturare con la parte in cui risultano più pieghe. Mentre con lo spazzolino si può dare spazio alla fantasia poichè creerà delle righette che potranno fare dallo stesso verso o un pò alla rinfusa. Qualsiasi metodo scegliete, fate attenzione solo che non ci sia troppo attaccamento tra una figura e l’altra.

A lavoro ultimato, lasciate asciugare e avrete una bellissima stanza da bimbi fatta proprio come la vogliono.
In conclusione risparmierete i soldi del pittore e i vostri figli non penseranno neppur minimamente di rovinare le pareti della stanza visto che ricorderanno la fatica spesa per crearla. Risulta essere un modo per passare una bella giornata in famiglia!