Come Avere Capelli Lisci

Se sei stanca di capelli ondulati o di un riccio non definito, non disperare! Con cinque euro i tuoi capelli saranno sempre morbidi come appena usciti dal parrucchiere. I capelli hanno bisogno di essere curati e con i prodotti giusti puoi stare tranquilla che non li sentirai più appesantiti e crespi.

Compra i prodotti adatti. Recati in una merceria e acquista l’estratto di semi di lino. Risulta essere lisciante ed emolliente, molti flaconi sono arricchiti con proteine della seta. Prendi la confezione più economica, nei mercatini la trovi anche a due euro. Per quanto riguarda la maschera prediligi prodotti con effetto rilassante per capelli aridi e crespi. Un’ottima soluzione con il giusto rapporto tra qualità e prezzo è data dalla maschera lisciante e rilassante di Garnier Ultra Dolce all’olio di noce e foglie di pesco. La trovi in tutti i supermercati a circa tre euro.

Lo shampo. Usa un qualsiasi shampo e non ti preoccupare di abbondare con il balsamo. Al momento della maschera massaggia i capelli fin dalla cute, evita di concentrarti sulle punte. Soffermati sulle tempie e lascia agire la maschera per circa tre minuti dopo di che risciacqua sempre massaggiando la testa. C’e chi aggiunge anche qualche goccia di olio di lino con lo shampo.

Asciuga i capelli. Prima di procedere con l’asciugacapelli rimuovi l’acqua superflua con un panno e asciuga a velocità massima. Quando i tuoi capelli non sono più zuppi diminuisci la velocità e prosegui facendo spazzola e phon, dalla radice fino alle punte. Dirigi il getto d’aria dall’alto verso il basso. Dopo la maschera di sicuro i tuoi capelli saranno molto morbidi. Se non hai una piastra prosegui così fino a quando i capelli non saranno del tutto asciutti.

Adopera la piastra. Se hai una piastra in ceramica con fori per il vapore, puoi smettere di utilizzare il phon quando i capelli sono ancora molto umidi e continuare con la piastra. Per dettagli è possibile vedere questo sito sulla piastra per capelli. Applica l’olio di semi di lino quando il capello è asciutto e adopera ancora la piastra. L’olio non solo ammorbidirà il capello e sgonfierà il volume in eccesso, ma eviterà anche l’insorgere delle doppie punte e con la piastra quelle già presenti tenderanno ad essere eliminate.

Come Proteggere le Orticole

Risulta essere arrivato maggio, il tempo in cui dobbiamo in genere tenere sotto controllo le nostre piante nell’orto per proteggerle dagli attacchi dei parassiti (cocciniglia, afidi, oziorinco, psilla ecc..), specie dopo una giornata di pioggia. Per difendere il nostro orto non faremo uso di spray chimici aggressivi, ma di prodotti alternativi naturali, ecologicamente sicuri anche per l’ambiente.

L’equiseto, una pianta che troviamo lungo i corsi d’acqua e nei terrapieni delle ferrovie, ci dà una grossa mano nella lotta agli insetti, parassiti molto proliferi, che fanno grossi danni alle piante del nostro orto, perché perforano la lamina fogliare o quella dei rami più giovani, nutrendosi della linfa zuccherina e ponendo i vegetali a rischio di morte.

Una volta spruzzato sulle piante, l’equiseto è un potente repellente dei parassiti. Li respinge, non appena essi entrano in contatto con la pianta. Per fare un intervento rapido di biodifesa, è preferibile usare il decotto di equiseto e non il macerato, perché il tempo di preparazione è molto più ridotto. Vediamo come lo si prepara. Metti sul fuoco, a fiamma moderata, una pentola di acciaio con le foglie di equiseto all’interno.

Copri con acqua nella proporzione di 1 a 3. Porta ad ebollizione e lascia bollire per ulteriori 40-50 minuti. Poi spegni e fai raffreddare, tenendo le foglie in infusione per un 12 ore. Filtra e diluisci ancora al 9 %. Una volta che il decotto è pronto, riempi un contenitore spray e spruzza sul fogliame e sui rami giovani. Evita il trattamento nelle giornate di vento, in pieno sole e in un periodo di siccità.

Come Allestire Palestra in Garage

Non tutti amano esporsi troppo in pubblico durante l’esercizio fisico e/o pagare un canone mensile per fare allenamento e mettersi in forma. Se anche tu appartieni ad una di queste categorie, ecco una breve guida su come allestire una palestra in garage.

Prima di tutto fai spazio nel tuo garage o nella stanza dove intendi allestire la tua palestra personale. Calcola che se hai spazio sul soffitto e ti piace la boxe puoi acquistare e montare tu stesso dei pratici sacchi. Prima di fare acquisti stila una lista di ciò che vorresti e consulta i prezzi su Internet. Vi sono molte attrezzature sportive a buon mercato e se hai in casa una tavola di ponte (reduce dagli ultimi lavori fatti in casa) stai certo che potrebbe tornarti molto utile.

Procurati l’attrezzatura di cui hai bisogno, calcola che per quanto grande possa essere la spesa, con la palestra di sicuro spenderesti di più ma con dilazione di pagamento. Di certo non dovrai acquistare un Tapis Roulant costosissimo quando puoi benissimo fare jogging nei giardinetti pubblici, ma qualche attrezzo più accessibile non guasterebbe. Prova a dare un’occhiata alle pedane per lo step o per il sollevamento pesi e gli addominali. Se proprio vuoi fare allenamento di resistenza un’idea potrebbe essere l’ellittica, che unisce caratteristiche di cyclette e tapis roulant in un unico attrezzo.

Per iniziare puoi acquistare un semplice tappetino. Se hai travi solide o, ancora meglio, una tavola di ponte sfruttala usandola come panca per gli addominali. Ricorda che deve essere rialzata dal suolo abbastanza da consentirti di tenere le ginocchia piegate durante gli esercizi. Puoi sfruttare la panca anche per il sollevamento pesi e, se non sei proprio un culturista, anche per questi c’è un buon metodo che ti garantirà risparmio e allenamento: sostituisci i classici pesi con delle bottiglie d’acqua piene da 2 litri che equivalgono a 2 kg. Se ti sembrano pochi svuotale e riempile di sabbia pesante oppure di un altro materiale di peso specifico maggiore dell’acqua.

Risulta essere molto importante che l’ambiente in cui ti alleni sia un luogo fresco e areato ma soprattutto asciutto, perché la presenza di umidità potrebbe danneggiare il tuo stato. Rendi l’ambiente accogliente, magari con qualche poster. Se ti rendi conto che la tua palestra non è ben attrezzata non disperare: la maggioranza degli esercizi (piegamenti, addominali, flessioni) può essere fatta usando unicamente il tappetino.

Come Pulire Vetri delle Finestre

Quante volte, lavando i vetri delle finestre siete rimaste insoddisfatte del risultato ottenuto? Vi ritrovate con vetri macchiati pieni di aloni, nonostante spendiate parecchio, nell’acquisto di prodotti miracolosi reperibili in commercio. Di seguito vi spieghero’ come avere vetri puliti e brillanti con poca spesa e soprattutto con poco sforzo.

Oggi sul mercato sono disponibili strumenti che permettono la pulizia automatica delle finestre, come questi robot lavavetri, ma per ottenere una pulizia perfetta la soluzione migliore rimane l’intervento manuale. Gli elettrodomestici infatti non permettono di raggiungere con precisione tutti i punti della finestra.

Procuratevi un panno in microfibra, in commercio ne trovate diversi modelli, di diverse dimensioni e prezzo. Risulta essere sufficiente acquistarne uno economico: il risultato sara’ identico usandone uno di prezzo maggiore. Procuratevi inoltre alcuni fogli di carta assorbente da cucina, la quantita’ da utilizzare puo’ variare all’ occorrenza.

Bagnate il panno in microfibra sotto l’ acqua corrente e strizzatelo non in modo esagerato. Passatelo sul vetro da pulire, insistendo nei punti dove lo sporco si annida di piu’. A questo punto, bagnate il panno sotto l’ acqua corrente un’ altra volta e strizzatelo in modo piu’ energetico, e ripassate nuovamente sullo stesso vetro.

Fatto questo, prendete alcuni fogli di carta assorbente da cucina e passatelo sul vetro precedentemente lavato col panno in microfibra, per asciugare eventuale acqua in eccesso, ed eliminare eventuali aloni che si possono formare ai bordi dei vetri. Provate! Rimarrete sbalordite per il risultato ottenuto.

Come Scegliere Colori di Casa

In una casa che è stata completamente ristrutturata, col mantenimento delle sue caratteristiche strutturali, il sottotetto può cambiare completamente volto, sia: ripristinando lo spiovente a voltine e le travi lasciate a vista,e sia intonacando le pareti e le falde di un luminoso avorio, posato tutto in un bel parquet.

Si possono collocare degli arredi molto moderni e freschi, adatti alla coppia abitatori di questa mansarda, e si possono scegliere colori attualissimi, di matrice post – moderno; rosa, azzurri di varie tonalità più o meno accese, rossi e grigi, che ben si accordano col bianco di fondo e con le piante verdi che macchiettano gli angoli.

Il sottotetto di un condominio moderno si presenta abbastanza anonimo e freddo e con numerosi vincoli di carattere tecnico distributivo (la presenza del locale dell’ascensore e di quello della centrale di condizionamento).

Si potrebbe intervenire trasformando questo spazio in una fresca ed elegante mansarda:
la presenza dei suddetti vincoli può suggerire una distribuzione in due zone nettamente distinte, da una parte quella destinata alle camere da letto e servizi e dall’altra quella del soggiorno pranzo e cucina, collegate da un lungo corridoio che si allarga a diventare l’angolo del pranzo, che a sua volta si apre nello spazio del soggiorno.

Gli spioventi e le pareti possono essere intonacati di bianco per aumentare la luminosità e la pulizia formale dell’ambiente, mentre per conferirgli una calda eleganza si può scegliere un parquet di Teak.
In questo involucro ambientale si potrebbe arredare con elementi classici, come il tavolo da pranzo o i sostegni del tavolino in cristallo, e pezzi di fresca modernità, come i divani azzurri e le lampade.