Come Fare un Bagno Rilassante in Casa

Se si una donna sempre di corsa, fuori casa, e naturalmente devi pensare a tutto come ad esempio pulire la casa, cucinare ecc senza avere tempo per prenderti cura di te stessa, allora ti consiglio di leggere la mia guida nella quale ti darò dei consigli molto validi che ti permetteranno di farti un bel bagno perfetto e rilassante.

Occorrente
Vasca comoda
Bagnoschiuma alla lavanda, o al sandalo
Sali minerali rilassanti
Maschera per rinfrescare gli occhi
Fascia per legare i capelli
Cuscinetto per appoggiare la testa
Candele profumate

La prima cosa che dovrai fare è quella di spegnere il cellulare. Dopo aver fatto questo dovrai cominciare a far scendere l’acqua nella vasca, mi raccomando falla scorrere fino ad ottenere la temperatura preferita la temperatura migliore è di 42 grado, in generale sui 38 gradi l’acqua ha già un forte effetto anti-faticante.

Quando la vasca si sarà riempita a metà versa il tuo unguento prescelto (bagnoschiuma, sapone, olio essenziale oppure sali minerali). Facendo questo quando andrai a riempire tutta la vasca, il prodotto si sarà perfettamente disciolto. Successivamente dovrai indossare la fascia per legarti i capelli.

A questo punto dovrai accendere le candele profumate e le dovrai appoggiare intorno alla vasca oppure sui mobili del bagno, in modo che non ti diano fastidio e che non siano in posizioni pericolose. A questo punto dovrai entrare in vasca ed indossare anche la maschera rinfrescante per gli occhi. Dopo aver fatto questo dovrai chiudere gli occhi e goderti il tuo riposo.

Come Fare un Bagno Fissante per i Capelli

Ecco pronta per te questa guida contenente tutte le indicazioni che ti permetteranno di preparare in casa, con le tue mani e con ingredienti assolutamente naturali, un bagno fissante ideale per capelli neri, ossia un dopo shampoo fatto con malli di noce.

Occorrente
1 manciata di malli di noce
1/2 litro di acqua
1 cucchiaino di puro miele d’api

I malli di noce (si possono acquistare sminuzzati in farmacia o nelle erboristerie), danno una colorazione intensa. La quantità di mallo da adoperare dipende perciò dal colore naturale del capello e dall’intensità della colorazione che vuoi ottenere. E’ consigliabile fare prima una decozione con una manciata di malli, per certificare il risultato.

Quindi metti a bollire i malli in acqua per circa una trenta minuti. Trascorso questo tempo cola il liquido e scioglici il miele, se vuoi che questo risciacquo abbia anche un effetto fissante per dar maggior consistenza al capello. Metti sulle spalle un vecchio asciugamano, perchè l’estratto di malli di noce tinge non solo i capelli ma anche la stoffa.

Con il risciacquo colorante otterrai un intenso tono di castano: l’uso regolare di questo bagno fissante darà alla capigliatura una tonalità scura, uniforme e durevole. Se applicato regolarmente, questo dopo shampoo colorante sarà utile anche per coprire gli eventuali capelli grigi. Quindi cosa aspetti? Procurati il necessario ed avvia la preparazione.

Come Fare Durare a Lungo il Mascara

Anche quando ci trucchiamo compiamo piccoli gesti quotidiani che si trasformano in cattive abitudini, spesso a nostra insaputa: fra di essi rientra l’uso che molte di noi fanno ogni mattina del rimmel, un prodotto di bellezza indispensabile, ma anche piuttosto caro. Vediamo dunque come comportarci affinché duri piú a lungo.

Per iniziare dovresti evitare di conservare il mascara (cosí come tutti i prodotti di bellezza) nel bagno. Quest’ultimo infatti é un ambiente umido a causa del vapore e della condensazione che si produce ogni volta che ti lavi e correresti il rischio di farli scadere anticipatamente, ma anche che si infettino a causa dei batteri. Mantieni dunque il tuo necessaire di bellezza nella camera o altro luogo secco e fresco. Dopo ogni uso non farti prendere dalla pigrizia o dalla fretta ed avvita sempre bene il tappo-applicatore in modo che non entrino nel mascara aria (che lo farebbe seccare) e microbi (che lo infetterebbero, causandoti irritazioni o fastidiose allergie).

Avrai notato che le confezioni di mascara sono piú strette nella parte superiore: quest’accorgimento serve affinché aderisca la quantitá corretta di prodotto all’applicatore (senza eccessi o grumi) e affinché non entri troppa aria nel tubetto. Ogni qualvolta inserisci e prelievi lo spazzolino del rimmel introduci ossigeno che, oltre a seccare la formula, provoca una distribuzione non uniforme del prodotto sull’applicatore.

Per ottenere la miglior copertura pulisci lo spazzolino con un fazzolettino di carta per eliminare le particole di prodotto secco, poi introducilo solo una volta nel contenitore, evitando di “pompare” con movimenti ripetitivi dall’alto al basso, abitudine controproducente che, non solo non serve ad aumentare la quantitá di mascara sulla spazzolina, ma ne accelera anche la formazione di grumi. Invece del movimento su e giù prediligi un movimento circolatorio, all’interno e sulle pareti del tubetto. Applica sulle ciglia, lascia asciugare e, se non sei soddisfatta, passa una seconda mano di mascara dopo qualche minuto, ma sempre evitando di “pompare” l’applicatore e richiudendo bene la confezione dopo ogni uso.

Come Fare Durare i Gigli a Lungo

Il giglio è una pianta dai fiori particolarmente vistosi. Si coltiva spesso per le composizioni da tenere in casa. Per valorizzare il loro aspetto ornamentale, sarebbe meglio usare preferibilmente vasi lineari, alti 20 o 25 cm con la bocca da 10 o 12 cm di diametro. Affinché durino a lungo basta mettere in pratica alcuni semplici accorgimenti riportati nella presente guida.

Per prima cosa è importante sapere che i fiori vanno raccolti al mattino presto oppure al tramonto, meglio se ancora col bocciolo non del tutto aperto, recidendone lo stelo ad un’ altezza adeguata al vaso in cui verranno sistemati. Per allungarne la durata immergili, man mano che vengono recisi, in un recipiente pieno di acqua. In questo modo l’ acqua prontamente assorbita, impedirà che, all’ interno del gambo penetri aria formando una sorta di bolla che non consentirebbe al liquido di salire verso il fiore.

Taglia l’ estremità del gambo obliquamente per aumentare la superficie d’ assorbimento. Nel caso in cui i fiori comincino ad appassire, taglia nuovamente gli steli di un centimetro e immergili in acqua calda per una mezz’ ora. A questo punto puoi rimetterli nuovamente nel vaso dopo averne sostituito l’ acqua con altra più fresca.

Quando fa molto caldo è utile aggiungere qualche cubetto di ghiaccio nell’ acqua del vaso e la sera ricoprire i fiori con un panno umido per rinfrescare e reidratare i petali carnosi. In alternativa potresti mettere il mazzo intero in un ambiente fresco oppure sul balcone. Infine ti suggerisco di eliminare gli stami man mano che si aprono i fiori: in questo modo eviterai di macchiare i tessuti che accidentalmente verranno a contatto con i pistilli.

Come Evitare di Stropicciare i Vestiti in Viaggio

Viaggiare è bello, ma anche vestire in modo curato, soprattutto se il viaggio si conclude poi con un colloquio di lavoro, nel quale bisogna assolutamente fare bella figura. Qualunque sia il motivo del viaggio, è certamente molto seccante arrivare e dover stirare tutti i vestiti per avere un aspetto decoroso, senza contare che non sempre è possibile portare  il ferro da stiro e l’asse da stiro, anche se oggi sono disponibili modelli da viaggio, relativamente ai quali è possibile vedere questo sito sull’asse da stiro. Vediamo come limitare la necessità di stirare tutto.

Bisogna, intanto, piegare bene calzini, boxer o slip, canottiere e maglie intime, i pigiami. Poggiate tutto sul letto a fianco alla valigia. Sul fondo di essa, mettete le cose più pesanti, come libri, scatole di scarpe, scatole del rasoio ecc. Sul fianco della valigia, mettete invece le cose che devono essere a portata di mano in ogni momento.

Piegate i maglioni solo per il lungo, senza poi piegarli trasversalmente, e così fate con le camicie. Fatto questo, preparatevi a disporre gli abiti come se fossero gli strati di una cipolla, ma intersecati fra di loro: mettete i pantaloni poggiando per prima la parte della cintura, poi appoggiatevi un pigiama e ripiegatevi sopra il resto delle gambe dei pantaloni.

All’interno della camicia piegata per il lungo potete mettere un maglione morbido, all’interno del quale, invece, avrete messo, per esempio, calzini e boxer; insomma, per farla breve, dovete piegare tutti i capi più delicati in maniera tale che non vi siano parti troppo compresse. Inutile dire che la parte superiore delle camicie dovrà essere quella più esterna rispetto a tutti gli altri capi, e che la borsa dovrà essere molto capiente, per non comprimere i vestiti una volta chiusa.