Preparare Bottiglie con Sali Colorati

Chi non ha a casa propria le classiche bottiglie con sali da bagno, magari mai utilizzate, ma ideali per abbellire i bagni? Qui di seguito ti propongo come con semplici passaggi le puoi realizzare anche tu, magari come idea regalo di gradevole effetto.

Occorrente
Bottiglie di vetro
Sale grosso da cucina
Pennarelli colorati
Tappi di sughero
Fiori secchi, nasti (tipo bomboniere)
Colla a caldo

Per iniziare, lava e asciuga accuratamente la bottiglia. In un bicchiere di plastica versa del normale sale grossso da cucina. Estrai dai pennarelli i filtrini di colore e, con essi, gira il sale come se lo facessi con un cucchiaio.
Ogni colore che vorrai realizzare, va fatto in un bicchiere nuovo.

Fatto ciò, travasa il sale nella bottiglia, con l’aiuto di un cuccchiaio e di un imbuto. Alterna i colori del sale per dare più effetto al tuo lavoro. Riempi fino al collo della bottiglia, se la bottiglia ha il suo tappo chiudila, altrimenti puoi utilizzare anche tappi di sughero (del vino, da spumante…).

Già sei a metà dell’opera, potrebbe già essere pronta così, ma puoi renderla più originale, e magari personalizzala proprio con qualcosa di tuo. Io ti propongo con fiori e nastri, ma puoi mettere la qualunque cosa. Lega del nastro colorato al collo della bottiglia, aggiungi fiori secchi o magari fiori finti, unisci il tutto con un pò di colla a caldo. Ed ecco fatto i tuoi “sali” sono pronti.

Come Riutilizzare il Pane

Può capitare che un bel pane non venga consumato e resti inutilizzato nella dispensa. In questo guida ti spiego come è possibile trasformarlo nella base per una composizione non usuale, perfetta per la cucina o la taverna o come decoro in occasione di un pranzo in campagna.

Disponi la spugna nel sottovaso, arrotondala e avvolgila con la rete fissandola bene. Usa un coltello appuntito e scava la crosta del pane fino ad ottenere lo spazio per contenere la vaschetta. Dopo averla posizionata fissala al pane con un pezzo di nastro adesivo.
Scegli poi tre o quattro rami di rosmarino fra i più curvi che hai a disposizione e inseriscili nella spugna.

pane

Ripeti l’operazione dalla parte opposta, inserendo però i rami in posizione più distesa. Inserisci gli stecchi di legno negli agli, nelle zucchine e nelle cipolle, poi posizionali a gruppi. Se alcuni stecchi fossero troppo lunghi e visibili, tagliali alla giusta misura. Disponi poi tutte le verdure nello stesso modo lasciandole leggermente sovrapposte.

Completata questa operazione puoi sistemare i tulipani negli spazi rimasti, facendo attenzione a inserirli saldamente nella spugna. Lascia che i più alti si allunghino vicino ai rami di rosmarino, mentre gli altri, tagliati più corti, devono risaltare nella parte centrale della composizione.

Come Riutilizzare l’Alluminio in Casa

L’alluminio già usato, in casa, per esempio, le teglie da forno, può essere riutilizzato prima di essere buttato per essere riciclato. Segui questa guida per sapere a cosa serve e come riutilizzarlo, ti sarà di aiuto in alcune faccende giornaliere e risparmierai pure.

L’alluminio può essere usato per affilare le forbici. Non c’è più bisogno dell’arrotino ma tu stesso puoi improvvisarti tale nella tua abitazione. Fai così: sovrapponi alcuni fogli di alluminio, o alcune teglie d’ alluminio, e tagliali in piccoli pezzi con le forbici che hanno bisogno di essere affilate. Dopo questa piccola operazione le tue forbici taglieranno di nuovo a meraviglia!

Se hai dei gioielli in oro ed in argento e devi pulirli, non buttare via l’alluminio usato ma riutilizzalo per lucidare i tuoi gioielli.
Fai così, riempi d’acqua la teglia usata, dopo averla ben lavata, versa un po’ di sale e lascia a bagno per una notte intera. Il giorno dopo togli i gioielli d’oro e d’argento, sciacqua ed asciugali bene uno per uno.
Avrai dei gioielli scintillanti e pulitissimi grazie alle proprietà chimiche dell’alluminio.

Puoi anche riutilizzare l’alluminio già usato che devi buttar via per preparare un imbuto. Piega due fogli di alluminio sovrapposti a forma di imbuto con l’estremità molto stretta, devi lasciare solo un piccolo buchetto.
Con questo imbuto fai da te puoi setacciare lo zucchero a velo e altri ingredienti vari che ti servono in cucina dosati. Sostituisce, in pratica, un colino che in quel momento non hai in casa evitando di andare ad acquistarlo.

Se devi pulire il forno unto e delle pentole appallottola i fogli di alluminio e passalo all’interno del forno e delle pentole da pulire come se fosse una spugnetta, farai una pulizia a fondo e tutto brillerà!
Quando usi l’asciugabiancheria inserisci, insieme ai panni da asciugare, anche alcuni fogli di alluminio pulito, eviteranno che si formi sui panni dell’elettricità statica.
Impara a riciclare tutto quello che si può, a casa tua, risparmierai tempo, fatica e soldi.

Come Riutilizzare le Foglie

Le foglie che cadono dagli alberi in autunno possono essere riutilizzate in una molteplicità di modi: per preparare il terreno incolto alla semina che verrà fatta in primavera e per creare una sorta di sentiero a secco nel vostro giardino. Questa guida ha lo scopo di spiegare come procedere per riutilizzare le foglie che cadono dagli alberi per fare cose utili.

Riutilizza le foglie cadute dagli alberi per preparare il terreno incolto alla semina che verrà fatta in primavera. Per fare ciò cospargi a mo’ di tappeto il terreno incolto con le foglie secche in modo da coprirlo bene ed uniformemente; quando le foglie andranno in decomposizione agiranno come fertilizzante naturale per la tua terra.

foglie

Riutilizza le foglie cadute dagli alberi per creare un sentiero a secco nel tuo giardino. Ciò è molto consigliato se hai un bel giardino grande. Per fare ciò unisci le foglie secche alla ghiaia o ai ciottoli e collocale nel punto del tuo giardino in cui vuoi creare il sentiero. Se hai bambini puoi farti aiutare da loro: lo vivranno come un gioco utile e divertente.

Conserva le tue foglie secche in sacchetti di plastica o di borse di tela e riutilizzale per il compostaggio in primavera. Riutilizza le tue foglie secche per creare una pacciamatura che ti aiuterà a tenere lontane le erbacce e a mantenere il terreno ad una giusta umidità durante tutta la stagione fredda.

Come Pulire con la Scopa a Vapore

La scopa a vapore è un elettrodomestico sempre più diffuso, in questa guida spieghiamo come utilizzare questo strumento nel modo migliore possibile.

Sul mercato sono disponibili modelli con caratteristiche e prezzi diverse, relativamente a cui è possibile vedere questo sito sulla scopa a vapore, ma il funzionamento è sempre lo stesso.
Vediamo quindi nel dettaglio cosa bisogna fare.

vapore

Prima di utilizzare la scopa a vapore, è necessario pulire le superfici.
Il motivo è semplice, se non si pulisce la superfice, si rischia di spargere lo sporco, creando uno strato di fango sul pavimento.
Prima di utilizzare la scopa a vapore, bisogna quindi effettuare le normali pulizie.

Una volta fatto questo, è possibile iniziare a preparare la scopa a vapore.
Bisogna quindi riempire il serbatoio con l’acqua e avviare l’elettrodomestico.
Solitamente è presente una spia che indica quando l’acqua è stata riscaldata e il dispositivo può essere utilizzato.

Risulta essere quindi possibile passare la scopa a vapore sulle superfici.
Il passaggio deve essere rapido, in modo da non lasciare macchie sul pavimento.

A questo punto l’utilizzo è uguale a quello di un normale panno bagnato, utilizzato solitamente per lavare i pavimenti, ma molto più veloce e semplice.