Come Fare Durare i Gigli a Lungo

Il giglio è una pianta dai fiori particolarmente vistosi. Si coltiva spesso per le composizioni da tenere in casa. Per valorizzare il loro aspetto ornamentale, sarebbe meglio usare preferibilmente vasi lineari, alti 20 o 25 cm con la bocca da 10 o 12 cm di diametro. Affinché durino a lungo basta mettere in pratica alcuni semplici accorgimenti riportati nella presente guida.

Per prima cosa è importante sapere che i fiori vanno raccolti al mattino presto oppure al tramonto, meglio se ancora col bocciolo non del tutto aperto, recidendone lo stelo ad un’ altezza adeguata al vaso in cui verranno sistemati. Per allungarne la durata immergili, man mano che vengono recisi, in un recipiente pieno di acqua. In questo modo l’ acqua prontamente assorbita, impedirà che, all’ interno del gambo penetri aria formando una sorta di bolla che non consentirebbe al liquido di salire verso il fiore.

Taglia l’ estremità del gambo obliquamente per aumentare la superficie d’ assorbimento. Nel caso in cui i fiori comincino ad appassire, taglia nuovamente gli steli di un centimetro e immergili in acqua calda per una mezz’ ora. A questo punto puoi rimetterli nuovamente nel vaso dopo averne sostituito l’ acqua con altra più fresca.

Quando fa molto caldo è utile aggiungere qualche cubetto di ghiaccio nell’ acqua del vaso e la sera ricoprire i fiori con un panno umido per rinfrescare e reidratare i petali carnosi. In alternativa potresti mettere il mazzo intero in un ambiente fresco oppure sul balcone. Infine ti suggerisco di eliminare gli stami man mano che si aprono i fiori: in questo modo eviterai di macchiare i tessuti che accidentalmente verranno a contatto con i pistilli.

Come Evitare di Stropicciare i Vestiti in Viaggio

Viaggiare è bello, ma anche vestire in modo curato, soprattutto se il viaggio si conclude poi con un colloquio di lavoro, nel quale bisogna assolutamente fare bella figura. Qualunque sia il motivo del viaggio, è certamente molto seccante arrivare e dover stirare tutti i vestiti per avere un aspetto decoroso, senza contare che non sempre è possibile portare  il ferro da stiro e l’asse da stiro, anche se oggi sono disponibili modelli da viaggio, relativamente ai quali è possibile vedere questo sito sull’asse da stiro. Vediamo come limitare la necessità di stirare tutto.

Bisogna, intanto, piegare bene calzini, boxer o slip, canottiere e maglie intime, i pigiami. Poggiate tutto sul letto a fianco alla valigia. Sul fondo di essa, mettete le cose più pesanti, come libri, scatole di scarpe, scatole del rasoio ecc. Sul fianco della valigia, mettete invece le cose che devono essere a portata di mano in ogni momento.

Piegate i maglioni solo per il lungo, senza poi piegarli trasversalmente, e così fate con le camicie. Fatto questo, preparatevi a disporre gli abiti come se fossero gli strati di una cipolla, ma intersecati fra di loro: mettete i pantaloni poggiando per prima la parte della cintura, poi appoggiatevi un pigiama e ripiegatevi sopra il resto delle gambe dei pantaloni.

All’interno della camicia piegata per il lungo potete mettere un maglione morbido, all’interno del quale, invece, avrete messo, per esempio, calzini e boxer; insomma, per farla breve, dovete piegare tutti i capi più delicati in maniera tale che non vi siano parti troppo compresse. Inutile dire che la parte superiore delle camicie dovrà essere quella più esterna rispetto a tutti gli altri capi, e che la borsa dovrà essere molto capiente, per non comprimere i vestiti una volta chiusa.

Come Fare Dipingere un Stanza ai Bambini

Un modo per far divertire e stimolare la creatività dei bambini? La pittura della loro stanza. Non spendete soldi a chiamare il pittore, ma fatelo fare direttamente a loro, li farete divertire e inoltre i bimbi saranno così orgogliosi che eviteranno di attaccarci poster e figurine.

Per iniziare sgomberate la stanza dai mobili e disponete la carta di giornale sui pavimenti, seguite i vostri figli in questo lavoro ma lasciate che siano loro a farlo.Dopo aver scelto la vernice base che può essere bianca o di qualsiasi altro colore, fategli indossare gli indumenti per la pittura.

Adesso con rullo e pennello fateli sbizzarrire, dandogli una mano anche voi, pitturate tutte le pareti e lasciatele asciugare. Altrimenti se volete lasciare la parete col colore che già possiede saltate questo passo e passate alla creazione dei disegni. Scegliete il colore della vernice dei disegni che deve risaltare sulla parete base ma non troppo.

Una volta scelta la vernice, prendete una pezzetta, una spugna e un vecchio spazzolino da denti e fategli testare il disegno prima su un foglio di carta, intingete ogni oggetto alla vernice e passatelo sul foglio di carta, fate scegliere ai bambini il disegno che gli piace di più e procedete con la pittura delle mura.

Ora se avete scelto il metodo con la spugna, fateli pitturare tamponando la parete. Con la pezzetta invece dovrete piegarla e pitturare con la parte in cui risultano più pieghe. Mentre con lo spazzolino si può dare spazio alla fantasia poichè creerà delle righette che potranno fare dallo stesso verso o un pò alla rinfusa. Qualsiasi metodo scegliete, fate attenzione solo che non ci sia troppo attaccamento tra una figura e l’altra.

A lavoro ultimato, lasciate asciugare e avrete una bellissima stanza da bimbi fatta proprio come la vogliono.
In conclusione risparmierete i soldi del pittore e i vostri figli non penseranno neppur minimamente di rovinare le pareti della stanza visto che ricorderanno la fatica spesa per crearla. Risulta essere un modo per passare una bella giornata in famiglia!

Come Tonificare Glutei in Casa

Tonificare i glutei è un po’ il sogno di tutte le donne, diciamoci la verità. C’è chi è fortunata di natura e c’è chi invece deve darsi un gran da fare per migliorare il proprio lato B.
Visto che purtroppo la fortuna di nascere con un sedere perfetto è davvero di poche, non resta che armasi di buona volontà e fare degli esercizi semplici, ma che ti consentiranno di avere glutei alti, tonici, senza cuscinetti adiposi e cellulite.
La mancanza di esercizi specifici, che sollevano e tonificano i muscoli, è molto spesso la causa principale della mancanza di tono nei glutei.
Bando quindi alla pigrizia e comincia con noi la lotta ai cedimenti ed inizia a tonificare.

Gli esercizi del workout che ti proponiamo servono a tonificare i muscoli di cui i glutei sono composti. Si tratta di allenamenti che è possibile fare in casa senza comprare strumenti costosi come la pedana vibrante, relativamente a cui è possibile vedere il sito Pedanavibrante.net.
Per un allenamento completo, devi fare tutti e 9 gli esercizi. Se invece preferisci iniziare con qualcosa di più blando, scegli quelli che fanno maggiormente al caso tuo.
Per ogni movimento devi fare due serie, meglio se 3 volte alla settimana alternando i giorni.

Stenditi a terra, a pancia in giù. Piega le braccia ed appoggia una guancia sulle mani.
Posiziona un peso dalle piccole dimensioni dietro al ginocchio destro, che devi tenere piegato a 90 gradi.
Distendi bene la schiena e non incurvala.
Solleva la coscia destra da terra, tenendo sempre il ginocchio piegato a 90 gradi ed il piede a martello.
Abbassa e rialza la gamba in questo modo per 20 volte, quindi cambia gamba e ripeti il tutto per altre 20 ripetizioni.

Mettiti in piedi, davanti ad una sedia robusta. Piega il busto posizionando la mano destra sulla seduta della sedie e l’avambraccio sinistro sullo schienale.
Contrai gli addominali e solleva la gamba destra dietro di te, anche questa volta con il piede a martello.
Solleva ed abbassa la gamba destra per 10 volte.
Piega e distendi il ginocchio per 10 volte, poi traccia dei cerchi con la gamba. Fallo per 5 volte in senso orario ed altre 5 in senso antiorario.
Tieni sollevata la gamba per 5 secondi, quindi cambia lato e ripeti il tutto.

Sdraiati a terra a pancia in su, con le ginocchia piegate ed i talloni sul pavimento.
Metti le braccia lungo i fianchi, quindi solleva le anche. Le gambe dovranno essere più larghe delle spalle. Forma una linea retta dalle ginocchia alle scapole, abbassa e fai 10 ripetizioni.
Tieni le anche sollevate, spostale a destra ed a sinistra contraendo i glutei. Ripeti per 20 volte.
Per ultimo, sempre con le anche sollevate dal pavimento, fai 20 rotazioni del bacino a destra ed a sinistra.

Con costanza ed impegno riuscirai anche a tu a tonificare i tuoi glutei.

Come Realizzare i Colori con le Tempere

Per dipingere un quadro con i colori a tempera, non occorre acquistare tutte le tonalità che ci occorrono: ti basterà acquistare i colori primari, ossia il rosso magenta, il blu e il giallo, più il bianco ed il nero. Mescolandoli tra loro potrai ottenere tutte quante le tinte che ti servono.

Questi che ti voglio elencare sono i colori chiamati secondari, perché si ottengono mescolando tra loro i colori primari nella stessa quantità, ovvero metà di uno e metà dell’altro. Arancione: si ottiene mescolando una parte di giallo e una di rosso. Verde: lo avrai con giallo e blu. Viola: si può ottenere unendo il rosso ed il blu.

A seconda della quantità utilizzata di ciascun colore, potrai avere diverse tonalità. Per esempio nel verde, mettendo più giallo otterrai un colore più chiaro e brillante, mettendo, invece più blu, avrai un verde più scuro. Questi si chiamano colori terziari, e si ottengono sempre mescolando due dei colori primari, ma in parti non uguali. Praticamente, due terzi di uno più un terzo dell’altro.

Se vuoi ottenere il marrone, infine, ti basterà mescolare i tre colori primari, mentre per il grigio basterà semplicemente unire bianco e nero. Se farai come spiegato in questa guida potrai ottenere tutti i colori esistenti. Inoltre se ad essi vorrai aggiungere anche il bianco o il nero, la gamma di colori ottenuti sarà ancora più vasta. Attenzione però a quando utilizzerai il nero. Ne basta pochissimo.