Come Rimessare il Canotto a Fine Estate

Ancora non è il momento, ma quando l’estate finirà il tuo canotto dovrà affrontare l’inverno ed essere pronto per la prossima stagione. Avrà quindi bisogno di particolari cure per preservarlo e durare nel tempo ed evitare spese extra per eventuali dimenticanze o trascuratezza da parte tua. Leggi la guida e avrai utili informazioni per operare al meglio.

Il canotto che delizia, bello da vedere e da usare, mezzo sicuro e veloce che ti consente di passare splendide giornate al mare, ma come tutte le cose che sono a contatto con l’acqua marina ha bisogno di particolari attenzioni, specialmente quando dopo l’uso devono essere accantonate per alcuni mesi. E l’acqua di mare, si sa, e molto corrosiva e ossidante. Quindi anche il tuo canotto deve essere trattato bene, ti spiego le cose importanti da fare.

Prima di tutto procurati il necessario: una pompa con acqua corrente, uno shampoo specifico per canotto, in alternativa usa sapone neutro non aggressivo, una spugna per lavare, un panno o pelle di daino, una cera protettiva da dare a fine lavaggio. Se il canotto lo tieni sul carrello, fai in modo che sia sollevato di prua, svuotalo completamente da tutti gli oggetti, anche i cassoni porta giubbini, togli i tappi ed inizia a pulirlo con un getto forte dell’acqua, internamente, tra l’appoggio del tubolare al pagliolato o la vetroresina.

Ora con la spugna e lo shampoo pulisci bene tutta la parte gommata, facendo attenzione ad non usare una spugna troppo abrasiva, se il canotto ha la chiglia in vetroresina, osserva attentamente che non vi siano formati i “denti di cane”, piccoli molluschi che si attaccano alle chiglie quando stazionano troppo nei porti e provocando più attrito in navigazione, limitano le prestazioni del mezzo. Usa una spugna più abrasiva e passando la mano vedi che sia tutto liscio, altrimenti ripeti l’operazione. Se la chiglia presenta tracce di catrame, eliminale sfregando con un panno e benzina.

Quando hai terminato con la pulizia, asciuga tutto per bene, con un panno pulito dai la cera protettiva specifica per canotto, sui tubolari e le parti gommate. Controlla che non vi siano parti ossidate specialmente nelle viti dei golfari, nel caso elimina l’ossido o meglio sostituisci le viti. Se il canotto è dotato di batteria per la messa in moto, staccane i morsetti, pulisci e spalma del grasso.

Ricordati che il peggiore nemico del tuo canotto è l’esposizione prolungata al sole molto caldo, perciò se puoi tienilo sempre all’ombra e sgonfia leggermente i tubolari se si tratta di un canotto gonfiabile. Adesso, sistemati le funi, vedi che non siano logore, mettile a bagno in acqua dolce, cosi fai anche per i giubbini e salvagente e poi fai asciugare all’ombra. Apri le valvole di gonfiaggio, pulisci e lubrifica. In linea di massima hai fatto tutto, il caro gommone è a posto per la prossima stagione.