Come Fare una Ratatouille con Maionese alle Erbe

Voglio proporvi oggi un piatto molto originale e fantasioso. Io lo preparai tempo fa per un compleanno che organizzai a casa mia e ne rimasero tutti stupiti per il sapore intenso e deciso. La ricetta va bene per quattro persone e il tempo di cottura si aggira intorno ai trentacinque minuti circa, quindi lo si può considerare un piatto facile e veloce da fare.

Occorrente
Una melanzana
Una cipolla
1 peperone rosso
1 peperone verde
200 gr di zucchine
200 gr di pomodori maturi
100 gr di funghi coltivati
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 bicchiere di brodo
1 cucchiaio di menta fresca tritata
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
5 cucchiai d’olio d’oliva
100 g di maionese
Sale
Pepe

Pulite la melanzana e tagliatela a dadini, disponetela su un piano inclinato (come potrebbe essere un piano capovolto in un colapasta), cospargetela con una manciatina di sale e lasciatela riposare sotto pressione per 30 minuti almeno, in modo che perda tutta l’acqua amara. Intanto, pulite e nettate le altre verdure, tagliate a rotelle le zucchine, affettate per il lungo i funghi e sottilmente le cipolle, tagliate a julienne i peperoni e tritate finemente gli spicchi d’aglio. Versate l’olio d’oliva in una casseruola e fate scaldare; prima che l’olio arrivi a friggere, unite le cipolle affettate e il trito d’aglio e lasciate rosolare dolcemente senza far prendere colore, mescolando due o tre volte.

Aggiungete quindi i cubetti di melanzana, che avrete privato del sale in eccesso e asciugato con un canovaccio, e fateli insaporire per due minuti, mettete quindi in casseruola anche i peperoni e le zucchine e infine i funghi e i pomodori; mescolate e fate insaporire tutto insieme per 4 minuti a calore moderato; dopodiché, sciogliete il concentrato di pomodoro con il brodo caldo, versate II composto ottenuto sulle verdure, cospargete con sale e pepe macinato di fresco e portate a bollore. Coprite allora la casseruola, abbassate la fiamma al minimo e proseguite la cottura per 15-20 minuti circa o fino a quando le verdure saranno diventate tenere ma saranno ancora al dente.

Di tanto in tanto mescolate con delicatezza per evitare che si attacchino sul fondo, facendo attenzione a non romperle; se necessario, inoltre, aggiungete un goccio d’acqua calda. Intanto, unite metà delle erbe aromatiche tritate alla maionese e mescolate finché avrete ottenuto una salsa perfettamente omogenea. Poco prima di togliere la ratatouille dal fuoco, regolate di sale e pepe e cospargete con il resto delle erbe aromatiche. Infine, trasferite la preparazione in un piatto di portata e servite con la maionese alle erbe in una salsiera a parte.

Come Utilizzare e Conservare le Erbe Aromatiche

Utilissime per insaporire anche il piatto più semplice ma senza aggiungere calorie, anche le erbe aromatiche hanno bisogno di piccoli accorgimenti per essere mantenute al meglio. Vediamo quali.

Esse si possono utilizzare sia fresche che secche, ma bisogna ricordarsi che quelle secche vanno conservate lontano da fonti di luce e di calore in vasetti di vetro a chiusura ermetica e utilizzate entro 6 mesi. In alternativa, è possibile utilizzare una macchina sottovuoto per alimenti per conservare le erbe aromatiche per un periodo di tempo più lunghe.

Le erbe aromatiche fresche possono essere utilizzate in quantità maggiori rispetto a quelle secche. Se le preferite fresche, scegliete sempre quelle intere: quelle già macinate e triturate possono essere state trattate chimicamente.

Le erbe aromatiche fresche vanno tritate un secondo prima di usarle per mantenere il loro aroma; se dovete usare aromi come le foglie di alloro o i chiodi di garofano (che masticati hanno un sapore terribile), il suggerimento è quello di avvolgerle in garza sterile, inserire l’impacco nella ricetta e rimuovere il tutto a fine cottura.

Se la pietanza che state preparando richiede una cottura molto lunga, per non rovinare il piatto meglio aggiungere gli aromi (secchi o freschi non ha importanza) verso la fine della cottura.

Come Preparare un Drink Analcolico

Quando il caldo si fa sentire, gustare un drink analcolico alla frutta e’ la giusta soluzione! Io non sono amante dei drink alcolici mentre quelli alla frutta li adoro! Fresco dissetante e piacevole. Semplicissimo da realizzare e ottimo se ricevete degli ospiti, vi assicuro che sara’ molto gradito.

Ingredienti per 2 bicchieri
4 cubetti di ghiaccio
100 ml succo di ananas
100 ml succo all’arancia rossa
100 ml succo alla pesca
50 ml succo per granatina
Zucchero semolato
1 Fetta di arancia

Inserire all’interno dello Shaker i cubetti di ghiaccio. Se non lo avete potete eseguirlo all’interno di un bicchiere e mescolare bene. Se volete cubetti trasparenti potete utilizzare una macchina del ghiaccio.

Aggiungete i succhi di frutta ed infine il succo per granatina, chiudete lo Shaker e shakerare bene.

Prendere un bicchiere e passare la fetta dell’arancia poi nello zucchero semolato girandolo ( solo la parte alta per dare l’effetto gelo) versare il drink e gustarlo.

Come Preparare Parmigiana di Melanzane

La parmigiana di melanzane è un piatto ipercalorico tipico dell’Italia meridionale dal gusto eccezionale. La preparazione della parmigiana di melanzane porta via parecchio tempo, in quanto le fasi che portano alla realizzazione di tale piatto sono molteplici e impiegano molto tempo materiale da spendere in compagnia dei fornelli.

Occorrente
4 melanzane
Due bottiglie e mezzo di salsa da 1 litro
Un bottiglia di olio di semi
Un sacchetto di parmigiano
Una mozzarella secca
Macinato (va bene sia misto, che bovino o suino)
Un etto e mezzo di prosciutto cotto
4 uova
Sale
Pepe
Farina

Per una porzione adatta a quattro persone, prendi quattro melanzane. Scegli le melanzane corte ma grosse, sono le più indicate per il piatto che stai preparando. Il loro colore deve essere violaceo e deve conferire loro un aspetto lucido (sta a significare che la melanzana è giovane e non invecchiata di chissà quanto tempo). Prendi le melanzane in mano e controlla col tatto che non siano troppo molli o troppo dure.

Ora, sbuccia ciascuna melanzana e, dopo di che, affettale (non a rondelle) facendo delle fettine molto sottili. Nel frattempo, preparara il macinato. Prima, però, sbriciolalo con le mani, in modo che non si compatti durante la cottura.

Prendi una pentola e fai soffriggere l’olio extravergine d’oliva con la cipolla per un minuto. Poi, butta il macinato e lascialo cuocere fino a quando non assume il colore tipico della bollitura (diventerà più chiaro). Dopo di che, versa la salsa e lascia cuocere per mezz’ora abbondante.

Mentre il tuo macinato sta cuocendo insieme alla salsa di pomodoro, prendi una padella molto grande (la più grande del set da tre) e versaci olio di semi per friggere le melanzane. Poi, prendi le uova, rompile e mettile nel piatto. Una volta nel piatto, sbatti con forza e poi, terminata l’operazione di sbattitura, bagna ciascuna fettina di melanzana nell’uovo, rasando, poi, con il dito alla fine .

Ora, accendi un altro fornello e mettici sopra la padella destinata alla frittura delle melanzane. Aspetta due minuti per far sì che questa si riscaldi adeguatamente. Dopo, butta le prime fette di melanzane (tutte quelle che entrano nella padella ma senza ammassarle, ognuna deve avere il proprio spazio). Al massimo, in una padella grande, potrai buttarne quattro o cinque alla volta. Ripeti il procedimento fino a quando le fettine di melanzane non sono finite.

Sono passati 30 minuti e il tuo macinato è senz’altro pronto. Spegni quel fornello e lascia la pentola a deposito. Se hai finito di friggere le melanzane, prendi una teglia grande (la più grande del set da tre).

Ricopri il fondo con il macinato e la salsa di pomodoro preparata. Poi, distribuisci le melanzane in modo da formare uno strato omogeneo e ben distribuito. Ora, sulle melanzane spargi alcune fette di prosciutto e mozzarella secca. Ora, ricopri di nuovo con il macinato e la salsa di pomodoro. Ripeti l’operazione fino a quando non sono finiti gli ingredienti preparati.

Finito il lavoro, sicuramente avrai ottenuto un insieme di strati sovrapposti. Inforna la teglia a 180° per circa mezz’ora. Servi la tua parmigiana nei piatti e spolvera sopra del parmigiano per insaporire. Preparala, possibilmente, il giorno prima da consumarsi, in modo da far depositare la pietanza in forno e, così, ottenere un risultato migliore.

Come Preparare la Panna Cotta

A chi non piace la panna cotta? Risulta essere sicuramente uno dei dolci italiani più conosciuti per la sua particolarità e per la sua bontà. Apparentemente è un dolce difficile da fare, ma non è assolutamente vero! Basta provarci almeno una volta per rendersi conto della semplicità della ricetta.

Occorrente
500 ml di panna liquida
200 ml di latte
Un baccello di vaniglia (o una bustina di vanillina)
140 g di zucchero
10 g di fogli di colla di pesce
8 stampini di alluminio
Per la salsa:
500 g di fragole e more
150 g zucchero
Mezzo limone

Mettere a bagno i fogli di colla di pesce in acqua fredda per una decina di minuti e farli ammorbidire. Una volta ammorbiti si strizzano bene con le mani.
Si mette a scaldare il latte assieme alla panna, il tutto a fiamma moderata senza farlo bollire; si aggiunge il baccello di vaniglia ridotto in polvere (o la bustina di vanillina) infine si aggiunge lo zucchero e si mescola bene con una frusta

A questo punto si toglie il pentolino dal fuoco e si immergono i fogli di colla di pesce sgocciolati e ben strizzati, mescolando di tanto in tanto per farli sciogliere bene.
Adesso possiamo versare il composto in 8 stampini precedentemente bagnati con acqua ghiacciata e sgocciolati e, una volta raffreddati, si mettono in frigorifero per alcune ore affinche’ il composto si rassodi.

Lasciamo gli stampini almeno un paio d’ore in frigorifero e procediamo a preparare la salsa.
Per preparare la salsa bastano pochi minuti. Lasciando da parte un pò di frutta per la decorazione, si uniscono zucchero, succo di mezzo limone, fragole e more e si frulla il tutto.
Una volta pronta la panna cotta basta capovolgere gli stampini e versarvi sopra la salsa, decorare a piacere e servire!